New item

Protezione e diritti

Tutelare i gruppi e le persone vulnerabili per ottenere uguali opportunità per tutte e tutti e garantire il diritto all'assistenza umanitaria nelle situazioni di crisi

PERCHÉ

Profonde diseguaglianze e situazioni di discriminazione tra gli individui e tra i gruppi creano condizioni di esclusione che rischiano di diventare insanabili minando le basi per una convivenza pacifica e impostato sull'equità e sulla giustizia sociale.

L'affermazione di questi diritti attraverso azioni dirette e concrete è fondamentale per costruire società più equilibrate e giuste.

In un mondo sempre più attraversato da crisi ed emergenze assicurare la protezione delle popolazioni è l'obiettivo centrale dell'azione umanitaria. Promuovere il diritto all'assistenza e salvare vite umane in situazioni di conflitti o disastri naturali rappresenta un modo per garantire la difesa e la promozione dell'integrità psicofisica della persona e della comunità.

Nel caso delle migrazioni lavorare sulla protezione e sui diritti significa ridurne i costi umani e sociali e le vere e proprie tragedie umanitarie spesso associate ai flussi irregolari.

AGENDA 2030

Conflitti, discriminazioni economiche, di genere, etnia o credo religioso contribuiscono a instabilità politiche ed emergenze sanitarie, alimentari, sociali e impediscono una convivenza pacifica e diritti accessibili a tutte e a tutti.
Nel 2019 quasi 80 milioni di persone hanno lasciato il proprio paese per fuggire persecuzioni, disastri ambientali, guerra e conflitti.

Ogni giorno nel mondo moltissimi civili, tra i quali donne e bambini, sono uccisi in conflitti armati, nonostante la loro protezione sia garantita dalle leggi internazionali.

L’Agenda 2030 si occupa di questi temi attraverso i Goal 5, 10 e 16.
Iscrivere all'interno dell'Agenda 2030 anche l'azione umanitaria significa garantirne la specificità ed i principi assicurando coerenza ed efficacia nel rispondere alla drammatica crescita dei bisogni di assistenza.

COSA FA IL CISP

Promuoviamo la capacità dei gruppi meno protetti di affermare i propri diritti estendendone l'accesso a servizi e risorse.

Affermiamo diritti negati e salvaguardiamo l'integrità e la dignità di persone, gruppi e comunità tramite azioni di prevenzione e protezione.

Rafforziamo la capacità delle organizzazioni della società civile di rappresentare gli interessi delle fasce meno tutelate della popolazione.

Assistiamo le popolazioni di migranti, sfollati interni e rifugiati e le comunità vittime delle emergenze umanitarie, dei disastri naturali e delle crisi alimentari generate o acuite dai cambiamenti climatici.

Miglioriamo le condizioni abitative, offriamo protezione e distribuiamo generi di prima necessità ai gruppi più vulnerabili o a rischio di emarginazione, alle popolazioni indigene, alle persone con disabilità.

Assistiamo le donne vittime di violenza e le persone vittime di abusi fisici e/o psicologici.

Informiamo e sensibilizziamo l'opinione pubblica sulla realtà della migrazione per contrastare fenomeni di razzismo, xenofobia ed esclusione sociale; contribuiamo a creare e promuovere modelli culturali orientati all'accoglienza e all'ospitalità; promuoviamo soluzioni durevoli per l'integrazione; proteggiamo i gruppi più vulnerabili, le donne e i bambini, dallo sfruttamento e dalla schiavitù.

Contrastiamo la tratta di esseri umani, con particolare riferimento alle donne e ai minori e sosteniamo processi di inclusione familiare e comunitaria di minori non accompagnati, orfani e privi di reti di protezione.

APPROCCIO

Al fianco degli attori della società civile, promuoviamo i diritti delle popolazioni in situazioni di marginalità, favorendo l’integrazione, l’eguaglianza di genere, la consapevolezza dei propri diritti, l’autodeterminazione e la stabilità.

Per favorire la coesione sociale, operiamo al fianco delle amministrazioni pubbliche, contribuendo al miglioramento dei servizi di base in termini di copertura, equità e accessibilità, supportando lo sviluppo delle comunità e dei territori che abitano. Attraverso processi di advocacy per l’empowerment sociale ed economico di donne e associazioni femminili, incoraggiamo i processi di cambiamento delle norme sociali che spesso giustificano e favoriscono violenza e discriminazione.

Nelle situazioni di emergenza promuoviamo interventi basati sui principi dell'azione umanitaria e sul rispetto del principio del do not harm, ovvero assicurandoci che nelle situazioni di conflitto l’aiuto non generi tensioni e rischi ulteriori per la popolazione. Orientiamo l'assistenza esclusivamente a partire dal livello dei bisogni. 
Promuoviamo il protagonismo dei beneficiari nella definizione e nella gestione dei programmi per prevenire i rischi di distorsioni nell'uso degli aiuti e la sindrome da dipendenza esterna. Realizziamo ogni sforzo per favorire il passaggio alla fase della riabilitazione rafforzando il tessuto sociale, istituzionale ed economico nelle aree colpite da emergenze umanitarie.

PROGETTI IN EVIDENZA

Dove

il tema in numeri

1

Add Your Heading Text Here.

1

Add Your Heading Text Here.

1

Add Your Heading Text Here.

1

Add Your Heading Text Here.

1

Add Your Heading Text Here.

Immagine 1
Sahrawi Refugee Camps

È partecipazione, sfida e divertimento, è un momento di leggerezza in una vita difficile, è l’incontro con l’altro, è lo sforzo del corpo e il volo della mente, è diventare squadra, è rispettare le regole.

È solo una partita di pallone?

Immagine 2
Kenya

Bambine che vivono da bambine possono studiare, giocare, imparare a relazionarsi con gli altri. Sono bambine protette che, unite in un abbraccio che è cura, affetto e intimità, hanno imparato anche a proteggersi l’un l’altra.

Immagine 3
Venezuela

Li chiamano POBLACIÓN CAMINANTE – popolo in cammino – e sono i migranti venezuelani che, a causa del complesso contesto politico e socioeconomico del paese, cercano rifugio altrove tentando di raggiungere le zone interne di Colombia, Ecuador o Perù. Camminano perché sono i più fragili di tutti, quelli che non possono permettersi neanche un bus. Noi, anche oggi, siamo al loro fianco.

Exit full screenEnter Full screen
previous arrow
previous arrow
next arrow
next arrow