Sviluppo e Sostegno: azioni per la prevenzione alle migrazioni irregolari in Etiopia

Prosegue con successo il progetto Sviluppo e Sostegno: azioni per la prevenzione alle migrazioni irregolari in Etiopia realizzato grazie alla collaborazione e al sostegno finanziario del Ministero degli Interni italiano.

Il progetto, avviato nel dicembre del 2016, è realizzato dal CISP – Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli in partenariato con il VIS e vari attori locali, quali l’ Ethiopian Catholic Church-Social and Development Coordination Office, i Salesiani di Don Bosco e lo Stato Regionale del Tigray.

Il progetto si concentra nella zona del Tigray Orientale e nei distretti (woreda in Etiopia) di Saesi Tsaedaemba, Gulomakeda, Ganta Afeshum e Irob.

Mappa dell’Etiopia con evidenziato lo Stato Regionale del Tigray.

Gli obiettivi del progetto sono: a) promuovere lo sviluppo socio economico, in particolare attraverso la creazione di opportunità di lavoro per i giovani; b) sostenere l’istituzione e il rafforzamento dei sistemi di stato civile e anagrafe; c) migliorare i sistemi di protezione dell’infanzia, con particolare riferimento ai minori non accompagnati.

Il progetto sta puntando al raggiungimento di alcuni risultati concreti, come di seguito evidenziato.

PRIMO RISULTATO: AMPLIATE LE OPPORTUNITà DI INCLUSIONE SOCIALE E LAVORATIVA

Migliorate le competenze professionali di 770 giovani (in agricoltura, allevamento, sartoria, meccanica e settore della ristorazione/alberghiero); avviate 160 piccole attività generatrici di reddito a gestione individuale e 4 cooperative in agricoltura/allevamento tramite la promozione della micro-imprenditoria e l’accesso al micro credito; inseriti 150 giovani nel mercato del lavoro in ambito industriale (tessile e meccanico) ed alberghiero

SECONDO RISULTATO: RAFFORZATO IL SISTEMA DI STATO CIVILE E ANAGRAFE LOCALE

Formati 288 funzionari operanti nel sistema di anagrafe e stato civile e sostenuti, anche con equipaggiamenti informatici, 36 uffici di anagrafe e stato civile nel processo in corso di digitalizzazione e scambio di informazioni.

TERZO RISULTATO:REINSERIMENTO SOCIALE DI 200 MINORI A RISCHIO MIGRAZIONE IRREGOLARE ATTRAVERSO L'AFFIDAMENTO A 200 FAMIGLIE D'ORIGINE O AFFIDATARIE

Sostenute economicamente 200 famiglie affidatarie per provvedere al sostentamento, all’istruzione e alla salute dei minori beneficiari. Formati 56 funzionari specializzati nel monitoraggio dei minori affidati e delle famiglie affidatarie.



Related Stories
Related Analysis
Project contents